Gianni

gianni-doglia

Gianni Doglia, figlio di Marisa e Bruno, dopo il ciclo di studi specialistici ed alcune significative esperienze professionali, inizia con l’anno 2000 ad occuparsi direttamente del prosieguo del percorso della storia enologica di casa Doglia.

Nel 2001 Gianni vinifica per la prima volta il Moscato d’Asti dai vigneti di proprietà di famiglia ed inizia a scrivere le nuove pagine del libro aziendale di famiglia.

Da allora ogni annata, ogni vendemmia, ogni bottiglia che esce dalla cantina è per Gianni una scoperta, un’emozione e una straordinaria occasione di apprendimento e crescita.

Il lavoro del vignaiolo lo si riscontra poi nel bicchiere; non resta quindi che metterci alla prova versando i nostri vini in un calice capiente, sorseggiando con piacere il frutto delle nostre fatiche ma soprattutto della nostra passione.